FANDOM


« Come il pianista del Titanic, Francesco suona mentre l’iceberg si avvicina, sotto una cupola di gas serra e sopra la coltre dei cimiteri subacquei. »
(Piero Schiavazzi, Enciclica Laudato si', Papa Francesco apre una "rivoluzione culturale" green e avvia un tour di "resistenza immediata"[1])

Laudato si' è la seconda enciclica di Papa Francesco scritta nel suo terzo anno di pontificato. Benché porti la data del 24 maggio 2015, solennità di Pentecoste, il testo è stato reso pubblico solo il 18 giugno successivo.

L'argomento principale trattato è il rispetto dell'ambiente, proprio per questo si chiama Laudato si', frase ripetuta spesso da san Francesco nel Cantico delle creature, che loda il Signore per le sue meravigliose creature.

Il cardinale Peter Turkson, che ha lavorato col Papa nel progetto, ci tiene a precisare che questa è un'enciclica pastorale e che non si basa sull'ambiente come materia scientifica.

File:Pope Francis graffiti.jpg

Template:Documento papale

Titolo Modifica

L'enciclica, come è tipico nei testi pontifici, prende il nome dal Incipit. Il titolo e le parole di apertura dell'enciclica sono tratte dal Cantico di San Francesco d'Assisi, venerato nella Chiesa cattolica romana e da molti cristiani di altre confessioni:

(LA)

« Laudato si, mi Signore, cun tucte le creature tue »

(IT)

« "Laudato si ', mi' Signore , con tutte le tue creature »

(San Francesco d'Assisi Cantico delle Creature)

Papa Francesco ha scritto nell'enciclica che ha scelto i nomi Francesco Papa, perché per lui San Francesco è stato "una sorta di dichiarazione di intenti e una fonte d'ispirazione": «Credo che Francesco sia l'esempio per eccellenza per l'attenzione ai deboli e per una felice e autenticamente vissuta ecologia olistica. »

ContenutoModifica

L'enciclica si compone di una introduzione e di sei capitoli:

Capitolo I - Quello che sta accadendo alla nostra casaModifica

« In primo luogo, farò un breve percorso attraverso vari aspetti dell’attuale crisi ecologica allo scopo di assumere i migliori frutti della ricerca scientifica oggi disponibile, lasciarcene toccare in profondità e dare una base di concretezza al percorso etico e spirituale che segue. »
(Laudato si', n. 15)
« L’inequità non colpisce solo gli individui, ma Paesi interi, e obbliga a pensare ad un’etica delle relazioni internazionali. C’è infatti un vero “debito ecologico”, soprattutto tra il Nord e il Sud, connesso a squilibri commerciali con conseguenze in ambito ecologico, come pure all’uso sproporzionato delle risorse naturali compiuto storicamente da alcuni Paesi. ... »
(Laudato si', Cap. I - V Inequità planetaria [48-52] 50 p. 39-40)

Capitolo II - Il vangelo della creazioneModifica

« A partire da questa panoramica, riprenderò alcune argomentazioni che scaturiscono dalla tradizione giudeo-cristiana, al fine di dare maggiore coerenza al nostro impegno per l’ambiente. »
(Laudato si', n. 15)

Capitolo III - La radice umana della crisi ecologicaModifica

« Poi proverò ad arrivare alle radici della situazione attuale, in modo da coglierne non solo i sintomi ma anche le cause più profonde. »
(Laudato si', n. 15)

Capitolo IV - Un'ecologia integraleModifica

« Così potremo proporre un’ecologia che, nelle sue diverse dimensioni, integri il posto specifico che l’essere umano occupa in questo mondo e le sue relazioni con la realtà che lo circonda. »
(Laudato si', n. 15)
« L’accettazione del proprio corpo come dono di Dio è necessaria per accogliere e accettare il mondo intero come dono del Padre e casa comune; invece una logica di dominio sul proprio corpo si trasforma in una logica a volte sottile di dominio sul creato. Imparare ad accogliere il proprio corpo, ad averne cura e a rispettare i suoi significati è essenziale per una vera ecologia umana. »
(Laudato si', Cap. IV - IV Il principio del bene comune [156-158] p. 120)

Capitolo V - Alcune linee di orientamento e di azioneModifica

« Alla luce di tale riflessione vorrei fare un passo avanti in alcune ampie linee di dialogo e di azione che coinvolgano sia ognuno di noi, sia la politica internazionale. »
(Laudato si', n. 15)
« ... Il salvataggio ad ogni costo delle banche, facendo pagare il prezzo alla popolazione, senza la ferma decisione di rivedere e riformare l’intero sistema, riafferma un dominio assoluto della finanza che non ha futuro e che potrà solo generare nuove crisi dopo una lunga, costosa e apparente cura. ... »
(Laudato si', Cap. V - IV. Politica ed economia in dialogo per la pienezza umana [189-198] 189 p. 144)

Capitolo VI - Educazione e spiritualità ecologicaModifica

« Infine, poiché sono convinto che ogni cambiamento ha bisogno di motivazioni e di un cammino educativo, proporrò alcune linee di maturazione umana ispirate al tesoro dell’esperienza spirituale cristiana. »
(Laudato si', n. 15)

Rassegna stampa Modifica

File:Conferenza stampa di presentazione dell'Enciclica Laudato si' - Cardinale Turkson.webm
File:HJS Ausschnitt Büro bw.jpg
File:John Zizioulas.jpg

Italiana Modifica

Ampia eco nella stampa, come era facilmente, prevedibile hanno suscitato le prese di posizione sull'ecologia di Papa Francesco. Anna Madia scrive il 18 giugno 2015:

« ... l'enciclica dedicata all'ecologia [...] si trovano alcuni comandamenti destinati a sensibilizzare tutti al rispetto dell'ambiente. »
(Anna Madia, Enciclica Laudato si', tutti i comandamenti "green" di Papa Francesco per salvare il pianeta[4])

La stessa individua alcuni temi forti del messaggio ecologista del Papa quali il rifiuto dei potenti e dell'indifferenza, lotta all'inquinamento alla povertà e alle iniquità. La lotta alla privatizzazione dell'acqua, e alla difesa della biodiversità con la condanna ai cereali transgenici e della vivisezione. La difesa della cultura come valore fondante.

Piero Schiavazzi scrive il 20 giugno 2015:

« L’enciclica tocca le corde dell’anima e dei sensi, dell’intelletto e dell’istinto, declinando le diverse variazioni sul tema e muovendo dall’assunto che società e ambiente, natura e storia si degradano, e gridano, ...

...enciclica verde dal cuore rosso, in grado di colmare e nutrire, a sinistra, il vuoto ideologico ... »

(Piero Schiavazzi, Enciclica Laudato si', Papa Francesco apre una "rivoluzione culturale" green e avvia un tour di "resistenza immediata"[1])

Più avanti nell'articolo il giornalista scrive che il Papa si servito del decisivo contributo di Peter Turkson, ministro delle politiche sociali del Vaticano, di Hans Joachim Schellnhuber, dell’Accademia Pontificia delle Scienze e di John Zizioulas, teologo del Patriarcato di Costantinopoli; ciò per rendere intellegibile ad ogni cultura e persona il suo ragionamento pedagogico nonchè per "prevenire" le possibili critiche di tipo capitalista o ex socialista, che l'enciclica inevitabilmente potrebbe sollevare.[1] Ancora:

« Frontale e senza frontiere, altresì, l’affondo all’indirizzo delle superpotenze, accomunate nell’equazione, inquietante e inquinante, tra potenza e incoscienza, ...

... l’asse Washington - Pechino ... diversamente dalla guerra fredda, che immobilizzava e congelava, ma in fondo conservava il mondo in freezer, impedendogli di sprigionare le propria energia, la guerra commerciale lo surriscalda, lo spoglia e lo squaglia, materialmente.
... Se dalle pagine dell’enciclica Bergoglio teorizza una “rivoluzione culturale” a lungo termine, nell’agenda dei viaggi organizza la resistenza immediata. »

(Piero Schiavazzi[1])

Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, intervistato dice:[5]

« ... il Santo Padre non punta il dito solo contro i potentati finanziari. Solletica tutti noi nelle piccole cose ad avere stili di vita più sobri e virtuosi ed occuparci delle incidenze nell’ambiente ma anche nei rapporti interpersonali. Lui parla in modo semplice e solo apparentemente lieve ma dicendo cose pesantissime.
[5] »

Francesco Paolo Mancini il 21 giugno 2015 scrive un editoriale dal titolo:

« Laudato si’, la tenerezza di Francesco spaventa i potenti
L’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco è molto più di una lettera pastorale sull’Ambiente: è un grandioso affresco sul mondo, nel quale la scienza, l’economia, i problemi sociali, l’agire umano e la politica non sono più a sé stanti o predominanti ma convivono nella "casa comune" che è oggetto dell’"ecologia". »
(Francesco Paolo Mancini, Laudato si’, la tenerezza di Francesco spaventa i potenti[6])

Sergio Marelli, presidente del Comitato italiano di Sovranità Alimentare, in una intervista su Radio Vaticana conclude ponendo l'accento sulla incapacità dei politici di porre le basi per il cambiamento ecologico necessario per salvare il mondo. Essendo essi schiavi di potentati economici. Egli di fatto si pone come leader morale, insieme ai leader delle altre religioni, e come l'unico baluardo per l'entità morale di cui gode; unica figura morale capace di indurre il cambiamento anche nei decisori politici. Cosa ancor più vera, in chiave politica, in vista dell'appuntamento della Conferenza sul Clima di Parigi di fine 2015.

Inoltre, secondo Marelli «la tecnologia e la scienza non sono neutrali, ma oggi sono orientate al profitto. Invece, dice Papa Francesco, devono essere degli strumenti orientati a raggiungere quel bene comune che è il clima, il vivere in armonia con il pianeta, per garantire un futuro alle generazioni prossime.»[7]

Stampa Estera Modifica

James Martin, SJ il 18 giugno 2015 scrive su America-The National Catholic Review: La prospettiva spirituale diventa parte della discussione sull'ambiente, sono i poveri a subire esageratamente i cambiamenti climatici. L'ambiente diventa adesso materia della dottrina sociale cattolica, la ricerca scientifica diventa oggetto di lode.[8]}}

Laurie Goodstein e Justin Gillis scrivono sul The New York Times il 18 giugno 2015 un lungo editoriale in cui riprendono i temi espressi nell'enciclica del Papa.[9] {{citazione| Papa Francesco sta rendendo chiaro che vuole sia il suo documento uno spartiacque storico.
Un aspetto notevole dell'enciclica è che si concentra sostanzialmente su quello che lui chiama "la crisi ecologica", e non solo su un singolo aspetto come l'inquinamento o il riscaldamento globale. Il Papa è preoccupato per tutti i modi con cui l'umanità sta danneggiando il pianeta, e come tale quest'aggressione ambientale sta tornando come un boomerang per danneggiare l'umanità stessa.
I due giornalisti americani nel passaggio successivo metto in risalto una possibile criticità del messaggio papale. Specie nell'inevitabile rischio che questo ha di dare forza a movimenti ecologisti nel momento in cui dice che la crescita della popolazione non è correlata con la povertà. Laurie Goodstein sottolinea infatti la criticità connessa con il passaggio dell'enciclica che riguarda gli aspetti demografici e del controllo delle nascite. Justin Gillis a questo proposito invece sottolinea criticamente come le zone ad alto sviluppo demografico sano le più povere. Inoltre sempre la Gillis dice che il sistema della "Carbon tax" come fonte di ulteriori iniquità e aumento dell'inquinamento, mentre in California e nel Nord-Est degli Stati Uniti il sistema ha dato prova di funzionare; e ciò rende facilmente, a tal proposito, criticabile il testo papale. Infine Laurie Goodstein scrive in conclusione dell'articolo che i governi devono tener conto delle istanze dei cittadini che cominciano a far pressione sui temi ecologici.

The Guardian in un editoriale del giovedi 18 giugno 2015 pubblica un articolo che mette come incipit una affermazione forte circa la portata del documento papale.

« ... è la più sorprendente e forse il più ambizioso documento papale degli ultimi 100 anni, dal momento che è rivolto non solo ai cattolici, o cristiani, ma per tutti sulla terra.
...
I poveri, dice, hanno le loro esigenze negate, mentre i ricchi fanno dei loro appetiti lo spettacolo. La crisi ambientale unisce questi due aspetti del problema. ...

Il mondo povero deve ora pagare per i crimini dei ricchi, e i nostri figli e nipoti devono pagare per l'auto-indulgenza dei loro genitori. Questo è ciò che egli intende con un "debito ecologico".... Il tono talvolta apocalittico, [...] nasce dal senso che questo deve debito a un certo momento è terribilmente rimborsato. »

(The Guardian view on Laudato Si’: Pope Francis calls for a cultural revolution[10])

Vi sono state diverse posizioni critiche che non entrano, però, nell'impianto complessivo dell'enciclica ma si limitano a contestare alcuni passaggi o alcune prese di posizione di aspetti dell'enciclica.[11]

Politici Modifica

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha accolto con favore l'enciclica in una dichiarazione fatta il giorno cui è statoa rilasciata.[12][13] Kofi Annan , l'ex segretario generale dell'Onu e attuale presidente del Progress Panel, ha rilasciato una dichiarazione a sostegno della enciclica, affermando «Come ribadisce Papa Francesco, il cambiamento climatico è una minaccia totalizzante ... Mi congratulo con il Papa per la sua forte leadership morale ed etica. Abbiamo bisogno di più di tale guida ispirata. Will vediamo al vertice sul clima a Parigi? »[14]

Lo stesso giorno, Jim Yong Kim, presidente del Gruppo della Banca mondiale, ha anche elogiato l'enciclica.[12] Nicholas Stern , presidente del Research Institute Grantham sui cambiamenti climatici e l'ambiente e autore di una relazione influente sui cambiamenti climatici, ha dichiarato che "La pubblicazione dell'enciclica del Papa è di enorme importanza. Ha dimostrato grande saggezza e leadership. Papa Francesco è sicuramente assolutamente giusto che il cambiamento climatico pone vitali questioni morali ed etiche ... leadership morale sul cambiamento climatico dal Papa è particolarmente importante a causa del fallimento di molti capi di stato e di governo di tutto il mondo di mostrare leadership politica ".[12]

Non sono mancate, in riferimento alle parole del Papa, le prese di posizione di rappresentanti politici italiani:[15]

« La Terra può vivere senza l'uomo, ma l'uomo non può vivere senza la Terra. ...
... il Papa riconosce l'importanza di espellere la corruzione e il malaffare dalle iniziative imprenditoriali e dai processi decisionali della politica.
... l'atto papale [...] riconosce il legame profondo tra l'attuale modello economico, l'iniquo accesso alle risorse del pianeta, le ingiustizie sociali che ne derivano e il cambiamento climatico. »
(M5S Senato News[15])

Religiosi Modifica

Il XIVmo Dalai Lama aveva scritto: « Dal momento che il cambiamento climatico e l'economia globale ora tutti ci riguardano, dobbiamo sviluppare un senso di unità del genere umano".»[16]

Due giorni prima che l'enciclica fosse rilasciata, l'arcivescovo di Canterbury Justin Welby, capo della Comunione anglicana, ha emesso una "dichiarazione verde" (firmato anche dalla Conferenza Metodista, nonché i rappresentanti della Chiesa cattolica in Inghilterra e Galles e il musulmani britannici, i sikh e le comunità ebraiche) sollecitando una transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio e il digiuno e la preghiera per il successo alla Conferenza sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite del dicembre 2015 a Parigi.[12][17]

Lo stesso giorno, il Movimento di Losanna dei cristiani evangelici globali ha detto che avevano ricevuto in anticipo l'enciclica ed erano grati per questo. L'enciclica è stata accolta positivamente anche dal Consiglio Mondiale delle Chiese Riformate in America del Nord.[12]

NoteModifica

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 Piero Schiavazzi (20/06/2015). "Enciclica Laudato si', Papa Francesco apre una "rivoluzione culturale" green e avvia un tour di "resistenza immediata"" (in it). L'Huffington Post. http://www.huffingtonpost.it/2015/06/20/enciclica-laudato-si-rivoluzione-culturale-papa-francesco_n_7626988.html.
  2. - soci / "WBGU: WBGU membri del Consiglio 2013 - 2016". http://www.wbgu.de/en/council - soci /. Retrieved 2013 - 12 - 28.
  3. "Profile of Hans Joachim Schellnhuber" (in en). http://www.pnas.org/content/105/6/1783.extract.
  4. Anna Madia (18/06/2015). "Enciclica Laudato si', tutti i comandamenti "green" di Papa Francesco per salvare il pianeta (FOTO)" (in it). L'Huffington Post. http://www.huffingtonpost.it/2015/06/18/enciclica-laudato-si-i-comandamenti-del-papa_n_7612382.html. Retrieved 2015-06-21.
  5. 5,0 5,1 Elisabetta Reguitti. "Laudato si', Petrini e l'enciclica: "Momento di svolta nella storia della Chiesa" -" (in it). Il Fatto Quotidiano. http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/20/laudato-si-petrini-sullenciclica-un-momento-di-svolta-nella-storia-della-chiesa/1797585/. Retrieved 2015-06-20.
  6. Francesco Paolo Mancini (21 giugno 2015). "Laudato si’, la tenerezza di Francesco spaventa i potenti | Futuro Europa" (in it). futuro-europa.it. http://www.futuro-europa.it/14323/economia/laudato-si-la-tenerezza-di-francesco-spaventa-i-potenti.html. Retrieved 2015-06-21.
  7. Alessandro Gisotti e Sergio Marelli, (21/06/2015). "Marelli: Laudato si’ chiede sforzo comune, potenti ascoltino Francesco Radio Vaticana" (in it). it.radiovaticana.va. http://it.radiovaticana.va/news/2015/06/21/marelli_laudato_si%E2%80%99_chiede_sforzo_comune,_ascoltare_papa/1152552. Retrieved 2015-06-21.
  8. James Martin, SJ (18 05 2015). "Top Ten Takeaways from 'Laudato Si | America Magazine" (in en). America Press Inc.. http://americamagazine.org/top-ten-takeaways-laudato-si. Retrieved 2015-06-21.
  9. Laurie Goodstein and Justin Gillis (18 06 20115). "On Planet in Distress, a Papal Call to Action" (in en). - The New York Times. http://www.nytimes.com/interactive/2015/06/18/world/europe/encyclical-laudato-si.html?_r=0. Retrieved 2015-06-21.
  10. "The Guardian view on Laudato Si’: Pope Francis calls for a cultural revolution | Editorial | Comment is free | The Guardian" (in en). 18 06 2015. http://www.theguardian.com/commentisfree/2015/jun/18/guardian-view-on-laudato-si-pope-francis-cultural-revolution. Retrieved 2015-06-21.
  11. Vari AA (18 giugno 2015). "Reactions to Pope Francis' Encyclical on Climate Change - NYTimes.com" (in en). The New York Times Company. http://www.nytimes.com/live/updates-on-pope-francis-encyclical-on-climate-change/. Retrieved 2015-06-21.
  12. 12,0 12,1 12,2 12,3 12,4 "The pope's encyclical on climate change – as it happened | Environment |" (in en). The Guardian. http://www.theguardian.com/environment/blog/live/2015/jun/18/pope-encyclical-climate-change-live-reaction-analysis#block-5582b62de4b0c09f64bfa923. Retrieved 2015-06-21.
  13. "United Nations Secretary-General Ban Ki-moon's Statements" (in en). United Nations 2014. 18 June 2015. http://www.un.org/sg/statements/index.asp?nid=8732. Retrieved 2015-06-21.
  14. "Statement by Kofi Annan, Chair of the Africa Progress Panel and Kofi Annan Foundation, in Support of the Encyclical on Climate Change by His Holiness Pope Francis" (in en). globenewswire.com. http://globenewswire.com/news-release/2015/06/18/745567/10138977/en/Statement-by-Kofi-Annan-Chair-of-the-Africa-Progress-Panel-and-Kofi-Annan-Foundation-in-Support-of-the-Encyclical-on-Climate-Change-by-His-Holiness-Pope-Francis.html. Retrieved 2015-06-21.
  15. 15,0 15,1 M5S Senato News (18.06.15). "Dal Papa un'enciclica "a 5 stelle" - Parlamento 5 Stelle" (in it). beppegrillo.it. http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/2015/06/dal-papa-unenciclica-a-5-stelle.html. Retrieved 2015-06-20.
  16. Inés San Martín. "‘Laudato Si’ will be an encyclical for the ages | Crux" (in en). cruxnow.com. http://www.cruxnow.com/church/2015/06/17/laudato-si-will-be-an-encyclical-for-the-ages/. Retrieved 2015-06-21.
  17. "Archbishop joins faith leaders calling for action on climate…" (in en). archbishopofcanterbury.org. http://www.archbishopofcanterbury.org/articles.php/5569/archbishop-joins-faith-leaders-calling-for-action-on-climate-change. Retrieved 2015-06-21.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Fonti Modifica

Voce Laudato_si' di Wikipedia in italiano (base per questa voce)


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale