FANDOM


Jo Frederiks (Murwillumbah, 17 settembre 1966) è una artista, pittrice e attivista australiana.


Battendosi per i diritti degli animali tramite le sue opere, è una delle esponenti più interessanti nel panorama ancora poco conosciuto dell’arte vegan[1][2][3][4][5][6][7][8][9][10].

Frederiks è cresciuta in una fattoria nel centro del Queensland, tale ambiente ha contribuito nello sviluppo di una considerevole empatia nei confronti degli animali che oggi viene riflessa tramite le sue stesse opere[11].

Jofrederiks.jpg

Jo Frederiks mentre dipinge

Biografia Modifica

Dopo una carriera come modella e cover girl, decide di dedicarsi all’arte, studiando e laureandosi con lode all’Accademia d’arte di Brisbane. Durante la sua vita volge i propri sforzi artistici agli animali, alla rappresentazione della loro bellezza e libertà in un contesto naturale, ma anche nella profonda ingiustizia inflitta loro dall’essere umano.

Se da una parte Frederiks racconta ogni animale fedelmente, attraverso la matita o la pittura ad olio, descrivendone in minuziosi dettagli gli aspetti, dando forza al carattere e all’unicità in quanto individuo di ogni singolo esemplare rappresentato, dall’altra denuncia duramente la situazione in cui versano miliardi di animali d’allevamento e da intrattenimento e come i poteri politici, economici e religiosi sostengano e perpetuino l’Olocausto Animale, grazie all’appoggio silenzioso dei consumatori

Opere di sensibilizzazione Modifica

Numerose opere di Frederiks sono atte a sensibilizzare l'essere umano riguardo alla questione dei diritti animali ed a mettere in luce alcuni aspetti fondamentali dell'impatto che hanno le attività umane sulla vita e sull'ecosistema animale.

Tramite opere come Olio di palma ed inquinamento, Ogni giorno, l'artista vuole sottolineare la gravità e le conseguenze delle azioni umane a danno degli animali.

Nell'opera Siamo tutti 269, Frederiks da il proprio tributo agli attivisti del movimento di liberazione animale Calf 269, raffigurando una donna totalmente nuda ed incatenata, con attaccata un'etichetta (tipica degli ambienti da macello) con il numero 269.

Con Insostenibile, Frederiks vuole sottolineare l'impatto ambientale dell'industria dei cibi animali.

.

Palm oil and pollution.jpg

Olio di palma ed inquinamento


Sui danni che la coltivazione dell'olio di palma arreca a piante e animali.

Note Modifica

  1. [1] Confronting paintings compare meat and dairy industries with the Holocaust
  2. [2] Confession of a vegan
  3. [3] Jo Frederiks (da C-A-L-F Sanctuary)
  4. [4] Jo Frederiks (da eticanimalista.org)
  5. [5] Jo Frederiks (da venganzetta.org)
  6. [6] The Animal Holocaust Exhibition 2014
  7. [7] ‘Animal Holocaust’ furore
  8. [8] Murwillumbah Artist, Jo Frederiks
  9. [9] Jewish Groups Angered by ‘Animal Holocaust’ Art Exhibit (da www.jspacenews.com)
  10. [10] Jewish groups angered by ‘Animal Holocaust’ art show (da www.theaustralian.com)
  11. [11] Biografia di Jo Frederiks

Collegamenti esterni Modifica

Fonti Modifica



Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale