FANDOM


La Italian Horse Protection Association (IHP) è l'unico centro di recupero in Italia per equidi maltrattati e sequestrati in base alla Legge 189/2004[1][2].

Italian Horse Protection Association
Abbreviazione IHP
Tipo no-profit
Fondazione 19 ottobre 2009
Fondatore Antonio Nardi-Dei da Filicaja Dotti, Sonny Richichi, Francesca Vaccari
Scopo Tutela degli equidi con particolare riferimento ai maltrattamenti
Sede Montaione
Area di azione Italia
Presidente Antonio Nardi-Dei da Filicaja Dotti
Lingue ufficiali Inglese, Italiano
Motto I miei tesori non luccicano nè tintinnano; essi brillano nel sole e nistriscono nella notte
Sito ufficiale

Finalità Modifica

File:Asino sequestrato.JPG

Equidi maltrattati Modifica

L'Italian Horse Protection Association, ha come scopo principale il recupero psico fisico degli equidi sottoposti a provvedimento di sequestro in base alla Legge 189/2004 (maltrattamento di animali)[3]. Oltre a ciò si batte per far conoscere meglio le caratteristiche etologiche e le esigenze proprie della specie equina. È opinione della IHP che la specie equina sia troppo spesso mal compresa e che la gente si relazioni a questi animali nel modo sbagliato, pur essendo talvolta in buona fede.

File:EIA infected horses.JPG

Anemia Infettiva Equina Modifica

Un altro settore molto importante è legato alla battaglia per far conoscere la realtà sulla anemia infettiva equina, malattia spesso considerata molto più pericolosa di quanto sia ritenuto da questa associazione e soggetta a restrizioni che l'associazione ritiene non basate su evidenze scientifiche. A tal fine ha avviato una collaborazione scientifica con la Facoltà di medicina veterinaria dell'Università degli Studi di Perugia. Con l'autorizzazione della ASL veterinaria competente[4] e secondo le modalità delle norme in materia[5], presso la Italian Horse Protection Association è attivo l'unico centro italiano di isolamento in libertà di equidi positivi al test di Coggins. L'associazione ha anche chiesto al Ministero della Salute l'abrogazione del Piano Nazionale di Controllo dell'Anemia Infettiva Equina[6][7]

Palii e spettacoli con equidi Modifica

IHP si batte da un lato per ottenere norme più severe a salvaguardia degli equidi coinvolti nei palii e altre manifestazioni pubbliche[8], dall'altro per rendere completamente operative le norme in vigore sulla materia[9][10]. A tal fine sta creando un database di tutte le manifestazioni con equidi presenti sul territorio nazionale[11].

Trasporti Modifica

IHP è il partner italiano per gli equidi della petizione europea 8Hours che auspica la limitazione dei trasporti degli animali verso i macelli a otto ore massimo[12][13][14][15]

Animalismo Modifica

La Italian Horse Protection Association si batte per il riconoscimento degli equidi come animali da affezione anziché da reddito come sono attualmente riconosciuti. Detto riconoscimento comporterebbe, se venisse approvato, tra le altre cose il divieto alla macellazione[16]. È una associazione animalista ed è una delle associazione di questo tipo in Italia che si occupa esclusivamente di equidi. Sostiene, tra le altre cose, il vegetarianismo[17].

Collocazione Modifica

La Italian Horse Protection Association è situata nel comune di Montaione in provincia di Firenze su circa 100 Ha. di terreno dove gli equidi vivono liberi ma sotto il controllo costante di molti volontari e dei veterinari dell'associazione.

Collaborazioni scientifiche Modifica

Italian Horse Protection Association collabora con la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Perugia per ricerche sull'anemia infettiva equina e sulla etologia degli equidi e con le Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Pisa[18] e dell'Università degli Studi di Parma[19] per tirocini formativi su equidi in libertà.

Soci Modifica

Tra i soci di IHP aventi un ruolo decisionale attivo si trovano anche due ex-presidenti nazionali della LAV, uno dei quali attualmente rappresenta anche la WSPA (World Society for the Protection of Animals) presso le Nazioni Unite[20].

Note Modifica

  1. Decreto n. 4/2009/EN.AS. del 23/12/2009, Direzione Generale della Sanità Animale, Ministero della Salute
  2. Strutture territoriali riconosciute con Decreto Ministeriale
  3. La Nazione, 28 maggio 2010
  4. Prot. 27358 del 22/05/2007, AUSL 11 SST Toscana
  5. All.to C del Piano di Sorveglianza Nazionale per l'Anemia Infettiva degli Equidi
  6. AgenParl (Agenzia Parlamentare per l'informazione politica ed economica), 28 giugno 2001
  7. ANMVIOGGI (quotidiano dell'Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani), 29 giugno 2011
  8. Cavallo2000, 11 maggio 2011
  9. Ordinanza Ministero della Salute del 21 luglio 2009
  10. Cancellato il palio di Roccatederighi (GR)
  11. Equitando, 1 settembre 2010
  12. Sito 8Hours: lista delle Associazioni europee che appoggiano la petizione 8Hours
  13. Corriere della Sera, 23 maggio 2011, Cronaca di Roma
  14. Cavallo Magazine, 22 giugno 2011
  15. Cavallo Magazine, 3 agosto 2011
  16. Cavallo2000, 19 settembre 2011
  17. Scopi di IHP
  18. Sito IHP, 2 marzo 2010
  19. La Repubblica, 21 luglio 2011
  20. Conosci il nostro staff

Voci correlate Modifica

Collegamenti esterni Modifica

Fonti Modifica



Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.