Fandom

Verdiana Wiki

Fronte Verde Ecologisti Indipendenti

638pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Commenti0 Condividi
Fronte Verde Ecologisti Indipendenti
Partito politico italiano
Leader Vincenzo Galizia
Fondazione 21 dicembre 2006
Sede Roma
Coalizione Per il Bene Comune (2008)
Liberal Democratici (2009)
Lega Italia (2010)
Ideologia Ambientalismo, Anticapitalismo, Ecologismo, Giustizia sociale, Diritti dei Cittadini
Partito europeo Alleanza Ecologista Indipendente (in via di costituzione)
Deputati 0
Senatori 0
Europarlamentari 0
Organo ufficiale Freccia Verde
Iscritti 2800
Sito web www.fronteverde.net
« L'uomo appartiene alla terra, la terra non appartiene all'uomo »
(Toro Seduto. La frase è riporta nel banner del sito del Movimento)

Il Fronte Verde Ecologisti Indipendenti è un giovane e piccolo partito politico italiano, [1] (noto anche semplicemente come Fronte Verde, o più raramente FVEI), nato a Roma il 21 dicembre 2006 e successivamente ratificato il 20 gennaio 2007 con l'Assemblea Costitutiva, legato agli ideali ambientalisti ed ecologisti, dichiara di non riconoscersi nelle posizioni di destra o di sinistra così come sosteneva Alex Langer.

Nel 1985 infatti Alexander Langer, introducendo a Firenze l'Assemblea Nazionale in vista della costituzione delle Liste Verdi, affermò che:

«  gli ecologisti non sono né di destra né di sinistra. [2] »

Il Presidente nazionale e fondatore è Vincenzo Galizia, ex missino appartenente alla "corrente" rautiana, già Segretario nazionale dell'organizzazione giovanile del Movimento Sociale Fiamma Tricolore, Gioventù Nazionale.

Il simbolo del Fronte Verde Ecologisti Indipendenti è un arciere stilizzato.

Il Fronte Verde Giovani Ecologisti è il raggruppamento giovanile del Movimento.

L'organo ufficiale del movimento è Freccia Verde. [3]

Il Fronte Verde Ecologisti Indipendenti si ispira ad una concezione spirituale della vita e si pone in difesa della Natura e dell'ambiente.

Si dichiara antinuclearista, anticapitalista e a favore dell'autodeterminazione dei popoli.

Storia Modifica

Origini Modifica

Il Movimento, nasce a Roma il 20 gennaio 2007 con il nome Fronte Verde, durante l'Assemblea Costituente, viene eletto all'unanimità come Presidente nazionale l'allora ventottenne romano Vincenzo Galizia, in precedenza Presidente dei Gruppi di Ricerca Ambientale che confluiscono, insieme ad altri movimenti ed associazioni ecologiste minori, nel nuovo soggetto politico ambientalista.

Il Fronte Verde, si pone da subito in posizione critica nei confronti della Federazione dei Verdi, considerata troppo schiacciata su posizioni di sinistra radicale.

Il Presidente Galizia, attacca l'allora governo Prodi, chiedendo il ritiro del contigente italiano dall'Afghanistan. Ed esprime la sua solidarietà a Gino Strada e ad Emergency costretta in quel periodo ad abbandonare Kabul e a trasferirsi a Dubai.

Sul campo europeo, il Fronte Verde, per l'elezioni Presidenziali francesi del 2007, dichiara di sostenere il candidato rurale ed antiglobalista José Bové.

Il Fronte Verde, sempre in ambito europeo, si schiera contro il Trattato di Lisbona e per una Europa dei Popoli.

Le lotte ambientali Modifica

Sempre nel 2007, il Fronte Verde, aderisce alla coalizione "ItaliaEuopa - LIBERI DA OGM" [4] che vede tra i suoi promotori tra gli altri: WWF, Legambiente, Coldiretti, Greenpeace, Codacons e AVIS. [5]

A Napoli per il caos rifiuti il Fronte Verde attacca tutto il centrosinistra chiedendo le dimissioni dell'allora Ministro dell'Ambiente il verde Alfonso Pecoraro Scanio, del Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino [6] e del Sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino. [7]

Il Fronte Verde si mobilita anche sul versante della lotta alla turbogas sia ad Aprilia entrando a far parte della Rete dei Cittadini [8] che si batte contro la Turbogas, [9] che ad Apecchio partecipando all'incontro No Tubo. [10]

Partecipa ai sit-in di protesta contro il carbone dei Comitati No Coke di Tarquinia e di Civitavecchia insieme alla lista civica Per il Bene Comune.

Elezioni 2008 Modifica

All'elezioni politiche del 2008 il Fronte Verde presenta il suo logo sia per la Camera che per il Senato, con il Presidente nazionale Vincenzo Galizia come candidato Premier [11] successivamente non raggiungendo il numero necessario di firme per la presentazione del Movimento, decide di sostenere la lista civica nazionale Per il Bene Comune che vede tra i suoi fondatori il Senatore ribelle [12] Fernando Rossi ex Comunisti Italiani e come candidato Premier, il nanopatologo dott.Stefano Montanari. [13]

Mentre per le Comunali di Roma il Fronte Verde sostiene il futuro Sindaco Gianni Alemanno, e il Coordinatore nazionale di Gioventù Europea Federico Rocca, che diventa consigliere comunale eletto nelle liste del PdL, con il quale presenta la petizione popolare Biondo Tevere per il rilancio e la riqualificazione del fiume capitolino.

L'accordo con il PBC così come con Alemanno era relativo alla sola tornata elettorale del 2008.

Il Fronte Verde prende parte nel luglio dello stesso anno, alla manifestazione davanti all'ambasciata irakena a favore della moratoria sulla pena di morte per Tarek Aziz con i Radicali Italiani e Destra Libertaria.

Per l'elezioni Presidenziali degli Stati Uniti, il Fronte Verde comunica di sostenere la candidatura di Ralph Nader rappresentante dei Consumatori ed ambientalisti statunitensi.

Nasce il Fronte Verde Ecologisti Indipendenti Modifica

A Roma durante l'Assemblea Nazionale del 1 marzo 2009, il Fronte Verde cambia il suo logo adottando come nuovo emblema un girasole stilizzato e aggiunge al suo nome le parole Ecologisti Indipendenti. Nel corso dei lavori dell'Assemblea nazionale, viene rieletto all'unanimità Vincenzo Galizia come Presidente nazionale.

Contro il nucleare Modifica

Vincenzo Galizia ha espresso forti critiche al leader del centrodestra Silvio Berlusconi per l'accordo con la Francia per il ritorno al nucleare, sostenendo come il premier italiano scavalchi di fatto il Referendum del 1987 che bocciò il nucleare in Italia.

Elezioni 2009 Modifica

Alle provinciali del 2009 il Fronte Verde Ecologisti Indipendenti candida, come indipendente, il suo Coordinatore regionale delle Marche Tonino Quattrini alla carica di Presidente della Provincia di Macerata, per la lista Destra Sociale - Fiamma Tricolore, che ottiene l'1,09%. Nella stessa regione lancia una petizione popolare per il fiume Chienti e propone propri progetti per l'emergenza discariche e sui rifiuti.

A Pistoia, il Movimento candida, sempre come indipendente, il vicepresidente nazionale Marco Tarelli come Presidente della Provincia per la lista de La Destra, che ottiene il 2,02% dei voti.

In Provincia di Frosinone viene dapprima annunciata una lista del Fronte Verde in appoggio all'eurodeputato Alessandro Foglietta fuoriuscito dal PdL, [28] ma questo fatto non si concretizza.

Per l'Elezioni Europee, il Fronte Verde Ecologisti Indipendenti deposita il proprio logo presso il Ministero degli Interni, ma a fronte della difficoltà di raccogliere le firme necessarie e di superare lo sbarramento del 4% previsto dalla legge, Galizia stipula un'alleanza con i Liberal Democratici - MAIE di Daniela Melchiorre. La lista comune rimane tuttavia ben al di sotto della soglia di sbarramento e dopo la tornata elettorale il Fronte Verde se ne distacca.

Per quel che riguarda il Referendum elettorale del 21 giugno 2009 il Fronte Verde si è schierato per l'astensione.

Verso l'Alleanza Ecologista Indipendente Europea Modifica

In ambito europeo, nell'elezioni francesi, il Fronte Verde Ecologisti Indipendenti esprime il proprio sostegno alla lista Alliance écologiste Indépendante, che vede l'unione in un'unica lista di tre movimenti ecologisti francesi (France en Action, Generation Ecologie e Mouvement écologiste Indépendante) che pur raccogliendo il 3,7% dei voti non ottiene eletti all'europarlamento.

Galizia dichiara che il sostegno dato alla sopracitata lista va in quadrato nell'ottica della creazione di un nuovo soggetto europeo unitario un Alleanza Ecologista Europea Indipendente da realizzarsi già in estate. Al momento il progetto è rinviato a giugno 2010.

Nasce il Comitato "Cambiamo Aria" Modifica

Nell'ambito delle lotte ambientaliste il Fronte Verde Ecologisti Indipendenti si fa promotore della petizione/manifesto Cambiamo Aria petizione nazionale per la riduzione e il riciclo totale dei rifiuti e la messa al bando degli inceneritori. Tra i promotori anche: Per il Bene Comune, Amici di Beppe Grillo Prato, Grilli Biellesi, Ecoistituto del Veneto Alex Langer e l'Ecoistituto della Valle del Ticino, La Terra dei Fuochi, Asso Campania Felix, CARP - Pro Natura Piemonte, Cittadini per il riciclaggio, CivicaMente, Comitato Pro Ambiente, Coordinamento dei comitati di Prato, Mountain Wilderness Veneto.

Regionali 2010 Modifica

A Roma il 15 gennaio, Vincenzo Galizia incontra l'On. Carlo Taormina con cui sancisce un'alleanza a livello nazionale tra il Fronte Verde Ecologisti Indipendenti e Lega Italia il partito del noto avvocato. L'accordo per l'elezioni regionali del 2010, prevede l'accettazione dei rispettivi programmi e la previsione di un simbolo elettorale comune costituito dall'unione del logo di Lega Italia e dalla dicitura "Fronte Verde". A tale accordo alla fine darà seguito solo il Lazio dove il Fronte Verde presenterà un simbolo unitario con Lega Italia. Vincenzo Galizia leader del Fronte Verde ha dichiarato di aver depositato al TAR un ricorso per l'annullamento dell'elezioni regionale del Lazio 2010.

Invece per le regionali della Puglia il FVEI ha sostenuto la Senatrice Adriana Poli Bortone alla carica di Presidente.

Assemblee nazionali Modifica

Presidenti Modifica

NoteModifica

  1. http://www.terzarepubblica.it/allegati/20071010LaStampa155.pdf
  2. http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=8554
  3. http://lafrecciaverde.blogspot.com/2010/01/rinasce-il-blog-freccia-verde.html
  4. http://www.liberidaogm.org/liberi/adesioniass.php?start=10
  5. http://www.liberidaogm.org/liberi/chisiamo.php
  6. http://www.quotidianodelnord.it/index.ihtml?step=2&rifcat=220&Rid=154265
  7. http://www.quotidianodelnord.it/index.ihtml?step=2&rifcat=220&Rid=147974
  8. http://www.ardea-online.org/docs/adesioni_assemblea.pdf
  9. http://www.ardea-online.org/docs/manifestazione_unitaria.pdf
  10. http://www.wikio.it/italia/marche/apecchio
  11. http://www.interno.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/files/15/0854_elezioni_contrassegni_2008.pdf
  12. http://archiviostorico.corriere.it/2006/ottobre/23/Senato_incognita_Rossi_lascio_Pdci_co_9_061023048.shtml
  13. http://vincenzogalizia.blogspot.com/2008/03/elezioni-politiche-il-fronte-verde-per.html

Collegamenti esterniModifica

Fonti Modifica



Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale