FANDOM


La Fertomcidina U è una soluzione acquosa salsobromoiodica, con acido salicilico e fosfato acido di magnesio, a pH leggermente acido, che fa parte del gruppo genericamente definito dei biocidi, meglio classificato come antisettico per cute lesa e mucose.


COMPOSIZIONE PER 100 ML DI FERTOMCIDINA Modifica

Principi attivi
acido salicilico 1,75 g, sodio ioduro 3,00 g
Eccipienti
fosfato di magnesio bibasico 2,10 g, ammonio bromuro 3,00 g, acqua bidistillata 100 ml

Uso terapeutico Modifica

disinfezione cute lesa e mucose

Storia Modifica

A partire dagli anni cinquanta, Tommaso Martini, un ricercatore presso la facoltà di Scienze Biologiche dell'Università di Roma, deposita presso l'Accademia dei Lincei "memorie scientifiche" sulle proprietà antinfiammatorie e antibatteriche dei fenoli, in particolare dell'acido salicilico e del guaiacolo. Il 16 febbraio 1957 vengono depositati presso l'Accademia dei Lincei tre plichi ripettivamente denominati "Un nuovo disinfettante", "Usi di un nuovo disinfettante", "Metodo di preparazione di una nuova sostanza": è la data di nascita della Fertomcidina U. L'originalità del nome si impose per ovviare alle spese di consultazione dell'elenco dei nomi dei disinfettanti, obbligatoria ai fini della registrazione del prodotto. Fu così che il nome del nuovo disinfettante, approvato dal Ministero della Sanità, fu modellato sulla base "tom" del nome del suo inventore. Tommaso Martini, sin dall'inizio, si occupò in prima persona della presentazione del suo prodotto presso ospedali e studi medici, riscuotendo sempre maggior interesse nel trattamento della disinfezione della cute lesa, laddove altri antisettici non avevano avuto successo. Tutta la famiglia fu coinvolta nella produzione e commercializzazione della Fertomcidina U, fino a quando il brevetto fu rilevato da Theriaca, una società farmaceutica che trasfomò l'empirico in scientifico, registrando il farmaco presso l'AIFA e sottoponendo la Fertoncidina U a severe prove scientifiche.

Meccanismo d'azione Modifica

Lo ioduro attivato (in presenza di ossigeno) agisce da iodoforo e, in maniera lenta e controllata, da una reazione di equilibrio, sviluppa iodo in piccole dosi, non istiolesive, ma sufficiente a svolgere una forte attività germicida e fungicida. Nella Fertomcidina U lo iodio è fortemente stabilizzato e non si altera alla luce. Il lento rilascio dello iodo e l'assenza di derivati tossici, consentono di usare il farmaco molte volte al giorno e per periodi prolungati.

L'acido salicilico rafforza l'azione fungicida e battericida della soluzione conferendo inoltre una notevole azione antiflogistica. In soluzione acquosa e alle dosi utilizzate l'acido salicilico non è cheratolitico, ma anzi stimola la cheratopoiesi.

Il fosfato acido di magnesio contribuisce all'azione tampone, è lievemente emostatico e, quale eutrofico, istofilo e desensibilizzante, protegge i tessuti. Come soluzione salsobromoiodica la Fertomcidina U deterge, scioglie il muco e può così agire a diretto contatto coi tessuti e coi germi. Il suo spettro d'azione è ampio ed efficace sia contro batteri che funghi, senza il rischio di assuefazione.

Sperimentalmente ha dato grandi risultati nel trattamento locale di alcune forme virali (afta, herpes simplex, raffreddore). Nel trattamento di ferite e ulcerazioni settiche si è visto che la Fertomcidina U non solo toglie l'infezione e deterge rapidamente il pus e le parti necrotiche, ma stimola anche in maniera evidente la riparazione di tessuti e la riepitelizzazione. È stato provato che lo stimolo alla riparazione è dato dalle piccole quantità di iodio nascente sviluppate dallo ioduro, mentre lo stimolo alla riepitelizzazione è dato dall'acido salicilico, che nella Fertomcidina U agisce da cheratoplastico. Queste osservazioni hanno fatto estendere l'uso del farmaco anche alle ferite fistolizzate, ulcerazioni, piaghe, ragadi, gangrene e ustioni, dando ottimi risultati anche su soggetti diabetici.

Bibliografia Modifica

Numerosi studi sono stati effettuati per la verifica dell'efficacia della Fertomcidina U in varie discipline mediche:

  • "Valutazione sperimentale di un nuovo farmaco per la terapia delle stomatiti ulcerose" - Gianluca Gambarini
  • "Studio preliminare sull'uso della Fertomcidina U come colluttorio postchirurgico" - Bolognini G., Pongione G., Sfasciotti G.L., Quaranta A., Piccoli l., Gambarini G., De Luca M.
  • "Controllo dell'infiammazione e dell'igiene di una sutura con Fertomcidina U" - Bontà G., Sarri S.
  • "Applicazioni di Fertomcidina U sul paradonto di un elemento dentario reimpiantato" - Fantozzi G., Cotellessa S., Nardi G. M.
  • "Un caso di chelite angolare risolto con Fertomcidina U" - Fantozzi G., Cotellessa S., Nardi G. M.
  • "Utilizzo di Fertomcidina U in un caso di candidosi atrofica cronica" - Fantozzi G., Cotellessa S., Nardi G. M.
  • "Utilizzo della fertomcidina U nella pratica clinica" - Gaj F.
  • "Valutazione dell'afficacia e della sicurezza di Fertomcidina U soluzione nelle ulcere cutanee infette" - Papi M., Guarnera G., Viviano M.T., D'Ari A., Chinni L.M.
  • "Casi clinici trattati presso la terza divisione dell'Ospedale IDI" - Alvetreti G., Fabbri F., Corradini P.
  • "Utilizzo della Fertomcidina U in bambini con lesioni del piede causate da infezioni da pulci perforanti e ferite lacero contuse" - Flammini M.
  • Tesi sperimentale “Applicazione della Fertomcidina U e terapia causale nei pazienti affetti da gengivite desquamativa “ svolta presso il Reparto di Patologia ed Oncologia Orale della Clinica Odontostomatologica (Prof. R. Broccoletti) - 2013 - Paola De Marchi
  • "Studio osservazionale sull’utilizzo del prodotto Fertomcidina U” - Franco G., Valenzano M., Nosotti L., Calcaterra R., Fazio R., Morrone A. - Esperienze Dermatologiche, 2008
  • FERTOMCIDINA “U” VS CLOREXIDINA 0.2% NELLA TERAPIA DELLA STOMATITE AFTOSA RICORRENTE: STUDIO RANDOMIZZATO E COMPARATO IN DOPPIO CIECO - Galtieri L., Arduino P., Carbone M., Gandolfo S., Broccoletti R. (Torino, Orbassano)

Fonti Modifica



Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale