FANDOM


Recentemente sta emergendo il concetto di econaturismo, che combina l'ecoturismo con il naturismo, e spesso aggiunge anche l'agriturismo biologico, l'artigianato cologico, l'eco-anarchismo, l'anarco-naturismo, l'anarchismo verde e il cristianesimo anarchico.

Uno degli scopi dell'econaturismo è combattere ogni tipo di inquinamento e di fanatismo, dunque alcoolizzati, automobilisti, capitalisti, carnisti, edonisti, esibizionisti, fumatori, mussulmani, nuclearisti-fissionisti, razzisti, violenti, non sono affatto i benvenuti.

Nei villaggi eco-naturisti esiste la libertà di stare nudi, oppure no, a seconda delle sensazioni che prova il visitatore. Di solito è vietato fumare e inquinare il territorio con rifiuti, schiamazzi, rumori vari. Se una persona ha un erezione la si invita a coprirsi con un costume da bagno o a andare nell'apposito "luogo di incontri".

In alcuni villaggi eco-naturisti si tende a mettere in comune il cibo, la bicicletta, l'automobile i vestiti e anche le proprie competenze e il proprio tempo, grazie alla banca del tempo. Si cerca di evitare di possedere oggetti inutili ed esibizionistici come orologi costosi, gioielli, vestiti e scarpe costose, ecc. In buona parte si praticano i principi dell'umanesimo (a ogni persona si cerca di dare quello che davvero gli serve: assistenza medica di base, casa, cibo, compagnia, spiritualità) e quelli dell'anarchismo verde. Si rispetta il diritto a possedere beni e mezzi di produzione privati, ad andare via della comunità e ritornare quando lo si vuole. Certi atteggiamenti e comportamenti possono essere criticati anche aspramente, e portare all'espulsione definitiva del candidato o del membro, se la stragrande maggioranza della comunità li considera riprovevoli.

L'altro scopo è l'autosufficienza alimentare, economica ed energetica di questi villaggi. In questi villaggi spesso si pratica l'agricoltura biologica e l'agriturismo biologico. Si riciclano gli scarti grazie al compostaggio, non si utilizza nessun tipo di insetticida o pesticida che sia inquinante, ma si preferisce la lotta biologica agli insetti.

Anche se in realtà si tratta di una pretesa per larga parte utopica, l'econaturismo predica il ritorno a un ideale giardino dell'Eden, senza prescindere di alcuni utili ritrovati tecnologici.

A somiglianza delle città (dove esistono i bar, le discoteche, i motel e i luoghi di scambismo) esistono dei posti riservati al coperto, con camere, lontane dalle abitazioni, dove stando nudi si beve un succo di frutta lievemente alcoolico (senza bisogno di giustificare il proprio comportamento con una vera o presunta ubriachezza) e si riceve anche un preservativo. Si può praticare sesso sicuro sia a pagamento, che gratis, che come scambio di coppie. Il tutto lontano dalla vista dei bambini e di eventuali passanti.

Spiritualmente l'eco-naturismo combatte contro l'avidità, la fame nel mondo, il dominio delle banche, l'inquinamento, il nucleare.

Ecologia nel tragitto e nei mezzi di trasportoModifica

L'econaturista non arriva nella sua destinazione con mezzi molto avidi di risorse e inquinanti come gli aerei o l'automobile, recandosi a decine di migliaia di chilometri per stare nudo, ma preferisce destinazioni entro i 500 km, o se possibile a chilometri zero.

Nelle gite in zona, l'econaturista non si muove in auto o bus, ma predilige le passeggiate camminando e i giri in bicicletta.

L'econaturista non è un fanatico, ma non è neanche un consumista, può avere una vecchia auto (sostituisce certe parti in acciaio con pezzi in alluminio oppure in plastica, come nella Smart), e non si rende schiavo dell'auto con inutili lavaggi e riparazioni per avere una carrozzeria immacolata. Se possiede (collettivamente) un auto a benzina la converte al meno inquinante gas metano oppure a bioetanolo o gasohol. Se ha un auto diesel (molto meglio) la fa marciare a olio di colza oppure a olio di semi. Le auto servono per recarsi velocemente al lavoro, per portare gli anziani a visite mediche e in qualche caso per portare la bicicletta in luoghi molto lontani o altimetricamente elevati.

Ecologia del proprio corpoModifica

L'econaturista non fuma, non beve alcoolici (se non birra o vino molto leggeri, possibilmente del luogo), rispetta i ritmi della natura, va a letto presto e si alza al sorgere del sole.

L'econaturista è vegetariano oppure vegano, consuma i prodotti alimentari del luogo nella stagione dove essi abbondano, cerca prodotti a chilometri zero. Consume acqua piovana filtrata con pietre calcaree e con teli di seta.

L'econaturimo cerca di evitare lavarsi troppo e di radersi sia in viso che intimamente, almeno durante il periodo della permanenza nel campo econaturista. Questo per evitare di inquinare con il sapone le acque pulite dei luoghi dove si trova e di consumare rasoi di plastica che dovranno essere smaltiti.

L'econaturista pratica sesso sicuro, tramite profilattici in lattice vegetale, per non inquinare il proprio corpo con malattie sessualmente trasmesse come AIDS, condilomi acuminati, epatite B, herpes, cancro della cervice uterina, sifilide. Non inquina il proprio corpo con ormoni artificiali della pillola anticoncezionale e cerca di non abusare del sesso. L'econaturista non pratica il dogging, non da spettacoli sessuali in pubblico e non infastidisce le coppie che possono essere tentate dall'avere un rapporto sessuale all'aperto.

L'econaturismo vuole conoscere la mente e lo spirito delle persone che incontra, vuole sapere chi sono, se sono sani di corpo e di mente, se sono carnisti oppure filo-nuclearisti (per scartarle). L'econaturista cuckold non fa ubriacare la moglie o approfitta di un suo stato di eccitazione per fargli far sesso con un branco di sconosciuti che la possono umiliare o trasmettere una malattia. L'econaturista può fare l'amore rispettosamente con una persona anziana e vedova, anche per il proprio piacere, ma più spesso per non farla sentire brutta e sola e regalargli dei momenti felici (e spesso per invogliarla all'ecologia e al naturista).

L'econaturista in buona salute di sana e robusta costituzione, pratica la donazione del sangue, per certificare il proprio stato di salute, per non inquinarsi e inquinare altre persone con batteri, virus, metalli pesanti, ecc.

Ecologia dei rifiutiModifica

L'econaturista cerca di produrre la minor quantità possibile di rifiuti, preferibilmente altamente riciclabili come la carta. Utilizza un bicchiere di plastica o di carta per tutta la giornata. Se riesce, preferisce usare un bicchiere di vetro col proprio nome inciso. La donna econaturista utilizza la coppa mestruale per ridurre l'utilizzo di assorbenti e tamponi vaginali.

Il praticante dell'econaturimo consuma pochissima elettricità (non deve lavare i propri panni perché semplicemente non li sta indossando), e utilizza pannelli del solare fotovoltaico di giorno e energia eolica oppure la cogenerazione con motore diesel a olii naturali.

L'econaturista non frigge i propri alimenti (in questo modo non getta chiazze d'olio in mare), e cerca di non riscaldarli se non usando fornaci solari oppure a gas metano oppure a legna. Tende a mantenere gli ambienti a temperatura naturale, e preferisce indossare capi di lana o di cotone pesante piuttosto che riscaldare troppo l'ambiente. Se proprio deve riscaldare la casa, predilige sistemi di riscaldamento naturale, come il riscaldamento solare aerotermico.

Ecologia dei propri rifiuti organiciModifica

L'econaturista pratica spesso il digiuno, per entrare in comunione con gli affamati della terra e produrre meno escrementi.

L'econaturista ricicla le proprie urine, utilizza la compost toilet e la donna econaturista, quando ha le mestruazioni, cerca di riciclare il sangue mestruale come fertilizzante grazie alla coppa mestruale interna alla vagina.

Utilizzo dei saponi biologiciModifica

L'econaturista fabbrica il proprio sapone di marsiglia, come hobby in vacanza, che utilizza per lavarsi e lavare le proprie lenzuola e indumenti. Dal momento che cerca di non indossare vestiti (ma non obbliga nessuno a stare nudo, in quanto anarchista verde) non deve fare il bucato.

Ecologia della menteModifica

L'econaturista cerca di staccarsi dal mondo, spegne il telefono cellulare per la maggior parte del tempo, utilizza pochissimo il computer l'I-Pad, e vede pochissima se non nessuna televisione. Non ascolta musiche pre-registrate dalla radio o da casette o DVD, ma suona musica con strumenti come chitarre, flauti, tamburi, ecc. Rispettando sempre la notte e la quiete dei vicini.

Video sull'eco-naturismoModifica

Ecologia dello spiritoModifica

L'econaturista osserva con affetto e medita sulle piante, la terra, le rocce, gli animali, i mari, i pesci, il cielo stellato e medita sull'intero universo, cerca la pace e cerca di donare pace.

Infine cerca di relazionarsi con le persone in modo non competitivo, di dialogare, di fare lavori artigianali come la ceramica, intrecci di piante, intaglio del bambù, riparazione delle capanne, costruzione di capelli e ombrelli di paglia.

Alcuni econaturisti possono cacciare, ma soltanto per impedire infestazioni di ratti e serpenti, che poi proveranno anche a mangiare.

Collegamenti interniModifica

Collegamenti esterniModifica

Associazioni e websiteModifica

LuoghiModifica

FontiModifica



Template:Portale Abitare Template:Portale Imparare Template:Portale Vivere insieme

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.