Fandom

Verdiana Wiki

Città-Campagna

638pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Commenti0 Condividi

Città-Campagna è stato un movimento culturale nato a Cagliari agli inizi del 1967, nel quale confluivano intellettuali provenienti dalla sinistra (Pci, ma anche socialisti autonomisti di ascendenza lussiana) e studenti universitari. Gli animatori principali furono Eliseo Spiga e Antonello Satta.

Conclusasi in modo fallimentare l'esperienza della cosiddetta Rinascita che, nelle migliori intenzioni del governo italiano e regionale, avrebbe dovuto favorire il rilancio economico dell'isola, in molti intellettuali prese gradualmente coscienza, sulla spinta anche dei focolai della contestazione, una nuova rimodulazione delle nozioni di autonomia, modernità, cultura, lingua nei riguardi delle esperienze e delle nuove (talora gravi) problematiche che investivano la Sardegna. Fu in quest'ambito che venne coniato il termine, non sempre favorevolmente accettato dai protagonisti, di neosardismo, che intendeva marchiare una novità e anche un'accusa, rispetto al sardismo classico del Partito Sardo d'Azione, corresponsabile del fallimento della Rinascita. Il circolo si distinse, mantenendo sempre la sua autonomia, nella partecipazione alle iniziative dei circoli del Nuorese e dell'Ogliastra contro la massiccia presenza militare in quei territori che portò alla sollevazione delle popolazioni.

Alla nascita del circolo contribuì un incontro a Cagliari fra i futuri fondatori e l'editore Giangiacomo Feltrinelli, che di ritorno da un viaggio in Bolivia, in un pubblico dibattito, sostenne l'analogia tra le condizioni della Sardegna e quella dei paesi sudamericani, e in generale del terzo mondo. Promosse dibattiti all'interno delle due università isolane riguardanti la drammatica condizione in cui versava il mondo agropastorale sardo.

Movimento anticolonialista (le cui tesi principali sono esposte nell'opuscolo Sardegna, rivolta contro la colonializzazione di Giuliano Cabitza, pseudonimo che celava lo stesso Spiga, e nel più teorico “Lingua sarda e subnazione italiana del Satta), il circolo portò avanti per tutti gli anni settanta il problema dell'annientamento della cultura sarda e in particolare della lingua.

Stabiliti contatti con il Movimento Meridionale di Nicola Zitara e Francesco Tassone, che stampava la rivista Quaderni Meridionali, e con le edizioni Jaca Book, che pubblicò alcuni opuscoli, il circolo concluse la sua esperienza nel 1976 trasformandosi nell' Associazione per l'identità-Sardegna-Cultura (Nazione Sarda).

Bibliografia Modifica

  • G. Cabitza (E. Spiga) Sardegna: rivolta contro la colonizzazione, Milano, Feltrinelli, 1968.
  • No! al parco del Gennargentu: No! al piano regionale della pastorizia: relazione al pubblico dibattito tenuto a Baunei il 4.5.1969, organizzato al locale Circolo culturale giovanile, Milano, Feltrinelli, 1969.
  • A. Satta Lingua sarda e sub-nazione italiana in "Studi Sardi" n. 22, 1971.

Fonti Modifica



Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale