FANDOM


Africana è una rivista annuale italiana di studi extraeuropei e di geopolitica fondata nel 1994 da Vittorio Antonio Salvadorini (Università di Pisa) e dal 2005 diretta da Giovanni Armillotta[1] (Università di Pisa). È pubblicata dall’Aracne Editrice di Roma. Essa è classificata come rivista di classe A per settore concorsuale 14[2] secondo l’ANVUR (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca).

Africana
Paese bandiera Italia
Lingua Italiano
Periodicità Annuale
Genere Rivista di studi extraeuropei
Formato 17 × 24 cm.
Diffusione [3]
Fondazione Nel 1994 da Vittorio Antonio Salvadorini
Sede Redazione a Lucca, registrata al Tribunale di Pisa
Editore Aracne Editrice, Roma
Direttore Giovanni Armillotta
ISSN 1592-9639
[Ufficiale sito ufficiale]

Linea editoriale Modifica

Il fine principale della rivista è diffondere la storia di eventi e popoli di Africa, Americhe, Asia e Oceania; cercare di illustrare i fenomeni politici del mondo contemporaneo; porre ai lettori visioni non necessariamente eurocentriche del cosiddetto villaggio globale; comunicare i processi evolutivi delle relazioni internazionali per conoscere meglio chi, pur trovandosi a migliaia di chilometri di distanza, è oggi considerato nostro vicino. Ad "Africana" collaborano docenti, cultori, giornalisti ed esperti di discipline storiche, economiche, sociali, istituzionali e letterarie. Sulla rivista appaiono alcuni fra i lavori inediti prodotti dagli studiosi nel contesto delle proprie ricerche oppure in merito ad interventi in conferenze, convegni e congressi o impegni giuridico-costituzionali. Sulla rivista si leggono regolarmente firme di personalità straniere che contribuiscono con i propri scritti.


Citazioni, onori, presentazioni Modifica

Ha scritto L'Osservatore Romano del 17-18 aprile 2001: «"Africana" è il tassello fondamentale per capire il grande mosaico della storia delle relazioni internazionali (...). La rivista offre un valido aiuto per coloro che desiderano studiare e approfondire la geopolitica e comprendere, attraverso la spiegazione del passato, i mutamenti o gli sconvolgimenti verificatisi del mondo». Il 14 giugno 2002 da Phnom Penh, il Re di Cambogia Norodom Sihanouk, ha inviato alla redazione una lettera di congratulazioni[4] in merito al N. VI (2000), in gran parte dedicato al periodo dei Partito Comunista di Kampuchea, fra i quali spicca l'inedita testimonianza di Dhimitër Thimi Stamo, Ambasciatore d'Albania in Cambogia dal 1975 al 1978. "Africana" è stata presente nell'elenco dei periodici consultati dall"Index Islamicus"[5]. Nel 2008, 2009, 2010 e 2015 "Africana" è stata presentata in Campidoglio e alla Biblioteca Statale di Lucca[6].


Consiglio scientifico e Comitato di redazione Modifica

Nel Consiglio scientifico sono anche rappresentate quasi tutte le riviste italiane del settore, attraverso i loro direttori: Abdelouahed Akmir (Università Mohammed V di Rabat), Achille Albonetti[7] (Direttore di Affari Esteri[8]), Piero Ardizzone (Università di Pisa), Nadhir Ben Ammou[9] (Università di Tunisi “El Manar”), Elena Bertoncini Zubkova[10] (Università di Napoli “L’Orientale”), Rinaldo Boggiani[11] (Libero Istituto Universitario “Carlo Cattaneo”), Giuseppe Bonaffini (Università di Palermo), Anna Bono[12] (Università di Torino), Lucio Caracciolo[13] (Direttore di Limes), Franco Cardini[14] (Istituto Italiano di Scienze Umane di Firenze), Antonio Chilà (già capo-redattore de L'Osservatore Romano), Marco Cochi[15] (Giornalista professionista, Ordine del Lazio)]], Valeria Floriani Piacentini[16] (Università Cattolica del “Sacro Cuore” di Milano), Andrea Francioni[17] (Università di Siena), Massimiliano Guderzo[18], Abdelnour Keramane[19] (Università di Algeri), Habib Kazdaghli (Università di Tunisi “Manouba”), João Medina[20] (Università di Lisbona), Claudio Moffa[21] (Università di Teramo), Vittorio Morabito[22] (Università di Catania), Antonio Pennacchi[23] (Premio Strega 2010), Massimiliano Pezzi[24] (Università di Bari “Aldo Moro”), Gianluigi Rossi (“Sapienza” - Università di Roma), Alejandro César Simonoff[25] (Università Nazionale della Plata), Chiara Vangelista[26] (Università di Genova), Luciano Venturi (Università di Bologna), Maurizio Vernassa[27] (Università di Pisa), Itala Vivan[28] (Università Statale di Milano).

Il Comitato di redazione comprende: Rossana Distefano (Università di Pisa), Flora Liliana Menicocci[29] (Giornalista, Ordine del Lazio), Francesco Tamburini[30] (Università di Pisa)


Struttura dei numeri e contributi Modifica

Ogni numero della rivista è composto di 200 pagine (formato 17×24 cm.). "Africana" – per scelta della redazione – non pubblica numeri monografici e nemmeno recensioni. I contributi sono stilati in rigoroso ordine alfabetico per cognome degli Autori. Si selezionano o accettano pure articoli e saggi, oltreché in italiano, nelle lingue: francese, inglese, portoghese e spagnolo.


Numeri pubblicati Modifica

2015 Modifica

  • [Volume XXI: uscirà nell'ultimo bimestre del predetto anno]

2014 Modifica

2013 Modifica

2012 Modifica

2011 Modifica

2010 Modifica

2009 Modifica

2008 Modifica

2007 Modifica

2006 Modifica

2005 Modifica

2004 Modifica

2003 Modifica

2002 Modifica

2001 Modifica

2000 Modifica

1999 Modifica

1998 Modifica

1997 Modifica

1996 Modifica

1994/1995 Modifica


Collaborazioni, responsabilità, norme editoriali Modifica

La collaborazione ad "Africana" è rivolta ad ogni studioso. I temi contenuti nei saggi responsabilizzano direttamente gli Autori, e non rappresentano le idee di Direzione, Comitato di redazione e Consiglio scientifico. Per necessità relative all’impaginazione del periodico è indispensabile attenersi alle norme editoriali. È assolutamente proibito qualsiasi tipo di riproduzione senza essere autorizzati dalla Direzione.


Editori di "Africana" e numeri arretrati ed esauriti Modifica

Dalla fondazione gli editori sono stati: ETS (Pisa): I (1994/1995)-III (1997); Edistudio di Brunetto Casini (Pisa): IV (1998)-XVI (2010); Aracne Editrice: XVII (2011) ad oggi. I numeri esauriti – I (1994/1995), II (1996), III (1997), VI (2000) – possono essere richiesti al direttore che dispone delle copie in *.pdf. Per gli arretrati occorre rivolgersi ai rispettivi editori.


Note Modifica

  1. Sito studi di Giovanni Armillotta
  2. ‐ Riviste di classe A secondo l'ANVUR, aggiornamento al 1° ottobre 2015
  3. Colophon e diffusione
  4. Lettera di congratulazioni del Re di Cambogia, Norodom Sihanouk
  5. "Index Islamicus" 2001, A bibliography, articles and reviews on Islam and the Muslim world, The Syndics of the University Library, Cambridge 2003, Brill, Leiden-Boston, p. xxiv. Per quanto riguarda la presenza di "Africana" per l'annata 2010 la si evince qui, ove si leggono i titoli di tutti i periodici consultati per il 2010 da parte dell'«Index Islamicus».
  6. Presentazione del 2008, Presentazione del 2009, Presentazione del 2010, Presentazione del 2015
  7. Achille Albonetti on line
  8. Sito-web di "Affari Esteri"
  9. Scheda biografica di Nadhir Ben Ammou
  10. Scheda biografica di Elena Bertoncini Zubkova
  11. I libri di Rinaldo Boggiani
  12. Scheda biografica di Anna Bono
  13. Scheda biografica di Lucio Caracciolo
  14. Scheda biografica di Franco Cardini
  15. Il blog di Marco Cochi
  16. Scheda biografica di Valeria Fiorani Piacentini
  17. Scheda biografica di Andrea Francioni
  18. Scheda biografica di Massimiliano Guderzo
  19. Scheda biografica di Abdelnour Keramane
  20. Scheda biografica di João Medina
  21. Scheda biografica di Claudio Moffa
  22. Scheda biografica di Vittorio Morabito
  23. Scheda biografica di Antonio Pennacchi
  24. Scheda biografica di Massimiliano Pezzi
  25. Scheda biografica di Alejandro César Simonoff
  26. Scheda biografica di Chiara Vangelista
  27. Scheda biografica di Maurizio Vernassa
  28. Scheda biografica di Itala Vivan
  29. Flora Liliana Menicocci, direttrice di Generazione-X.net
  30. Alcune pubblicazioni di Francesco Tamburini

Voci correlate Modifica

Collegamenti esterni Modifica

Fonti Modifica

Sito ufficiale di Africana, Rivista di Studi Extraeuropei




Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale